Contatti: info@perstarbene.it - 0571 580347

NEWS ED EVENTI

Stanchezza in Estate: i rimedi per StarBene

25 Giugno 2020

Consigli perStarBene 

Stanchezza in Estate: cause e rimedi naturali

Finalmente l’estate è arrivata! Ma con un anno di lavoro o di studio sulle spalle  può capitare di sentirsi particolarmente fiacchi, assonnati e privi di energia. Il motivo? La temperatura che sale, l’umidità e l’eccessiva sudorazione provocano una significativa perdita di sali minerali, facendo diminuire le nostre energie sia fisiche che mentali. 

Attraverso la sudorazione vengono persi insieme all’acqua sali minerali preziosi per l’efficienza dell’organismo, in particolare potassio e magnesio. Quando l’acqua viene a mancare si hanno sul nostro organismo degli effetti negativi legati alla disidratazione.  Gli stati di disidratazione possono essere più o meno severi e si manifestano soprattutto con stanchezza muscolare, difficoltà a concentrarsi e sensazione di testa vuota, accompagnate da un’ulteriore riduzione della pressione sanguigna. Queste manifestazioni sono aggravate dalla contemporanea riduzione dei livelli di magnesio e potassio. Il magnesio infatti supporta diverse reazioni biochimiche coinvolte nella trasformazione delle sostanze nutrienti, assunti con il cibo, in energia e insieme al potassio interviene nei processi di contrazione muscolare e di trasmissione degli impulsi nervosi. Sono più a rischio gli anziani e i bambini o chi suda molto, chi soffre di diabete o di malattie renali e le persone che devono assumere farmaci diuretici per la cura di patologie specifiche come ipertensione o scompenso cardiaco. Sono a rischio anche chi fa uso frequente di lassativi.

Oltre a casi particolari maggiormente soggetti, il nostro corpo in generale d’estate è a rischio disidratazione a causa sopratutto della temperatura che sale e di conseguenza tutti noi possiamo avvertire con i primi caldi una debolezza maggiore.

A nostro vantaggio il clima più temperato  del periodo pre-estivo contribuisce  a innalzare i livelli di serotonina e a creare una situazione di benessere diffuso a tutti i livelli del nostro organismo, ma questo non è sufficiente.

 

Come ritrovare le energie:

La prima regola per ritrovare il benessere e l’idratazione. Il nostro corpo tende a aumentare la sudorazione per cercare di raffreddarsi quando la sua temperatura sale. Chiaramente è necessario avere dei liquidi sufficienti per poter instaurare questo processo fondamentale, altrimenti si va in debito di liquidi ed il risultato è la disidratazione con conseguente perdita di energie fisiche e mentali!

Il nostro corpo è composto al 60% di acqua , è facile intuire quanto bere spesso sia fondamentale per assicurare il buon svolgimento di tutte le nostre funzioni organiche . Appena la temperatura sale ( anche di pochi gradi ) i liquidi che si perdono con il sudore vanno reintegrati. Quindi anche se non se ne sente l’esigenza sarebbe buona abitudine bere poco ma spesso, così da ottenere in tutta la giornata un’idratazione costante e sufficiente e si può oltretutto godere di un piacevole effetto rinfrescante.

Altra buona abitudine fondamentale è l’attività fisica. Tra le buone abitudini che rientrano nella strategia anticaldo, vi sono passeggiate all’aria aperta magari effettuate nelle prime ore della mattina e una attività fisica moderata, controllata magari da personale esperto. L’attività fisica accelera il metabolismo e ricarica di energia: ecco perchè è importante cercare di ritagliare ogni giorno del tempo per praticare sport. Oltre a riattivare il metabolismo l’attività fisica stimola la circolazione e aiuta ad eliminare le tossine. È sufficiente mezz’ora per sentirsi subito meglio. Sarà buona abitudine tenere a portata di mano una borraccia per bere il più possibile durante l’attività fisica ed evitare i sintomi tipici della disidratazione (mal di testa stanchezza e spossatezza).

Mangia fresco e leggero

 

 

I pasti leggeri e ricchi di frutta e verdura di stagione non affaticano l’apparato digerente, quindi sono consigliati soprattutto durante il periodo estivo. Invece pasti eccessivamente pesanti rischiano di aumentare la sensazione di stanchezza e ci rallentano a livello generale… Insalate di farro, riso integrale o grano saraceno sono l’ideale e possono essere accompagnate con frutta e verdura, così fai il pieno di vitamine e sali minerali. 

Indossa abiti leggeri 

Sicuramente non indosserai un maglione di lana, ma a volte anche delle magliette a mezze maniche possono non essere adatte. Infatti i tessuti sintetici risultano diminuire la traspirazione e quindi mettono in sovraccarico il meccanismo di fisiologico raffreddamento del nostro corpo. Quindi il consiglio è di prediligere abiti di colore chiaro e realizzati in tessuti naturali come il lino e cotone.

Buona Estate con i consigli per StarBene !!

Linfodrenaggio: cosa è , a cosa serve ?

11 Giugno 2020

 

Il linfodrenaggio è una pratica che mira al miglioramento della circolazione linfatica e alla diminuzione della stagnazione di liquido in determinate zone del corpo. Esistono varie tecniche per nornalizzare la circolazione linfatica, tra le più diffuse il massaggio manuale.
Una delle tecniche più accreditate di massaggio manuale per il linfodrenaggio è quella secondo Vodder. La dottoressa Vodder formalizzò una tecnica di massaggio dagli effetti particolarmente efficaci. In linea generale il massaggio viene eseguito dalla periferia verso gli organi interni in senso centripeto, per aiutare l’effetto drenante delle valvole a nido di rondine che si trovano nei vasi linfatici e viene applicata una pressione regolata così da evitare arrossamenti o dolore.

Applicazioni:

Lo scopo principale delle terapie linfodrenanti è quello di far defluire al meglio i fluidi linfatici. Quindi troviamo benefici per:
– favorite il riassorbimento degli edemi
– Regolare il sistema neuro-vegetativo
– Nei pazienti diabetici favorire la cicatrizzazione di ulcere e piaghe
– Nella medicina estetica combattere gli inestetismi della cellulite
– Coadiuvante negli interventi di liposcultura e liposuzione
– Alleviare i sintomi legati agli edemi degli arti inferiori in gravidanza
– Coadiuvante nel post intervento di mastectomia e linfoidectomia ascellare

Benefici ed efficacia:

Il linfodrenaggio ha delle proprie funzionalità e benefici per cui si riesce ad avere effetto curativo su vari livelli:
– Ha la capacità di introdurre leucociti ed immunoglobuline che vengono prodotte negli organi del sistema linfatico a livello del circolo ematico, migliorando di conseguenza la circolazione linfatica e il benessere del paziente.
–  drenando, favorisce l’eliminazione deigli stessi liquidi interstiziali e linfatici
– Grazie a l’attività meccanica del massaggio o della terapia linfodrenante stessa, ha anche un’azione indiretta sul rilassamento delle fibre muscolari

Il massaggio linfodrenante può essere associato a terapie come la Flowave e/o a bendaggi specifici che coadiuvano il trattamento.

Flowave è un sistema di massaggio fisiologico sviluppato per l’attivazione delle molecole costituenti la linfa, che è determinato dalle microcorrenti e dalla biorisonanza indotta da deboli campi elettrici variabili a bassa frequenza.

La stimolazione operata da Flowave è efficacie nel miglioramento del microcircolo capillare, mobilizzazione dei grassi, tonificazione e rassodamento dei tessuti, rimozione degli aggregati proteici, trattamento di traumi muscolari, drenaggio dei liquidi, aumento del metabolismo e delle attività cellulari, riduzione del grasso dei depositi localizzati e della panniculopatia edemato fibrosclerotica.

Flowave opera nella riduzione del dolore associato a stasi venoso-linfatica e nel mantenimento del tono muscolare, favorisce inoltre un drenaggio fisiologico in assenza di aumento delle pressioni estrinseche locali, con i caratteri della durata del risultato

Noi di StarBene ci affidiamo alla Dr.ssa Rosselli Erika , Fisioterapista specializzata nel massaggio linfodrenante e nelle tecniche annesse. Dalla sua voce esperta , cosa è in sostanza il trattamento linfodrenante?

“per la mia esperienza descriverei il  linfodrenaggio manuale  come un ottimo massaggio sia per il corpo che per la mente . Infatti non solo ha proprietà curative dimostrate scientificamente , ma riesce ad agire anche sul rilassamento muscolare e quindi anche mentale della persona. Nella mia pratica di massaggio  riesco a stimolare la circolazione dei liquidi corporei , alimentare i meccanismi di difesa del sistema linfatico ed eliminare i disturbi di ricambio dell’interstizio. Ho esperienza anche in casi di cellulite con ottimi risultati. In ogni caso è fondamentale l’inquadramento clinico e prima di sottoporre un paziente a questo trattamento raccolgo un’attenta anamnesi e mi confronto con colleghi eventualmente  e sopratutto con il medico curante del paziente. ”

 

  • Vuoi saperne di più?

    Contattaci senza impegno, i nostri operatori sono disponibili per qualunque informazione

    info@perstarbene.it Tel 0571 580347
  • Web Designer Alessio Piazzini Creazione Siti Web Firenze