Attivo ambulatorio temporaneo per URGENZE Riabilitative : chiamare 392 3937775

NEWS ED EVENTI

Lesioni Muscolari: cosa sono, come si trattano

Gen 21, 2020

 

 

Spesso si confonde una lesione o distrazione muscolare con lo strappo muscolare.
In realtà sono due cose ben differenti. Possiamo dire che una lesione muscolare può essere di 3 tipologie classificandole in base alla gravità ovvero alla percentuale di fibra muscolare che è stata colpita. Possiamo avere infatti una LESIONE di I GRADO , II GRADO e III GRADO.
Una LESIONE di I Grado è una distrazione muscolare dove poche fibre si sono elongate ma hanno mantenuto la loro continuità.
Una LESIONE di II Grado è una distrazione muscolare dove gran parte delle fibre si sono elongate , ma hanno mantenuto la loro continuità.
Una LESIONE di III Grado è il vero e proprio strappo, ovvero le fibre muscolari hanno perso la loro continuità . La lesione muscolare in questo caso potrà essere più o meno importante fino ad essere a tutto spessore, caso in cui spesso il rimedio è chirurgico.
Per tutti gli altri tipi di lesione possiamo intervenire con il trattamento conservativo riabilitativo- fisioterapico.

CAUSE:

Le lesioni muscolari avvengono a seguito di un trauma del muscolo. questo può essere diretto oppure legato ad un’azione muscolare eseguita troppo velocemente o fatta quando il muscolo si trova in una situazione di sofferenza ( per esempio sovraccarico oppure scarsa preparazione atletica )

COME RICONOSCO UNA LESIONE MUSCOLARE:

IL SINTOMO PRINCIPALE è IL DOLORE ACUTO che spesso si associa a una contrattura muscolare , a volte edema e gonfiore. La contrattura si forma per proteggere il muscolo, quindi spesso è sconsigliato intervenire subito per risolverla. L’edema si verifica sopratutto quando siamo in presenza di lesioni di III grado, perché vengono coinvolti nello strappo anche i vasi sanguigni, ma può presentarsi anche per lesioni di grado minore.

COSA DEVO FARE IN CASO DI UNA LESIONE MUSCOLARE:

Innanzitutto si deve interrompere l’attività sportiva e se possibile immobilizzare l’arto colpito . Applicare subito del ghiaccio e posizione l’arto in scarico per qualche minuto.
Con questi accorgimenti si riduce il rischio di formazione di ematoma e si previene la formazione futura di masse fibrotiche cicatriziali. Circa 3 gg dal trauma si possono iniziare i trattamenti fisioterapici. Nel caso non ci sia ematoma si può effettuare una ecografia per determinare il grado di lesione .

I TRATTAMENTI:

Per accertare la lesione muscolare è fondamentale un consulto medico-fisioterapico.
Una volta che sarà ben inquadrato il problema si possono iniziare i dovuti trattamenti. Mani esperte sapranno come trattare la parte e il Laser N-YAG, grazie all’azione biostimolante , potrà velocemente fare della lesione muscolare solo un brutto ricordo. Esistono anche altre terapie come l’Ipertermia che possono essere associate al Laser N-YAG per lavorare meglio per esempio in caso di ematoma.
Il nostro Osteopata Fisioterapista Dr. Martelli Raffaele ci spiega come :

CLIC PER VISUALIZZARE IL VIDEO CON I CONSIGLI SULLE LESIONI MUSCOLARI DR. Raffaele Martelli

Categoria: Centro Star Bene, Sport
Tags: , , , , , , , , , ,

  • Vuoi saperne di più?

    Contattaci senza impegno, i nostri operatori sono disponibili per qualunque informazione

    info@perstarbene.it Tel 0571 580347
  • Web Designer Alessio Piazzini Creazione Siti Web Firenze