Attivo ambulatorio temporaneo per URGENZE Riabilitative : chiamare 392 3937775

NEWS ED EVENTI

il Perineo , questo sconosciuto

Dic 19, 2019

PELVI FEMMINILE, CONOSCERLA E SAPERLA PROTEGGERE

COSA è IL PERINEO:  per molti è uno sconosciuto!

La pelvi sia nell’uomo che nella donna accoglie la muscolatura perineale. A carico di questa struttura ci sono svariate funzioni fondamentali per il benessere della persona. Sapere dove si trovano questi muscoli , la loro funzione e sopratutto come fare per muoverli correttamente  può aiutare la donna  a migliorare non solo il suo parto, ma anche il sesso,  e la postura.

La sua funzione è quella di sostenere, accogliere e contenere il retto, l’ano e la parete sopratutto posteriore della vagina.

L’insieme dei muscoli perineali costituisce un pavimento per la pelvi stessa. I muscoli sono disposti su tre strati, che scorrono l’uno sull’altro. Il primo strato, quello superficiale, si trova esternamente: chiude l’ano e la vagina. Lo strato muscolare medio  sostiene l’uretra, la  vescica e la parete vaginale anteriore. Lo strato profondo sostiene il retto, l’ano e la parete posteriore della vagina.

 Cosa sono gli esercizi di Kegel, quali problematiche possono curare e quali prevenire?

Gli esercizi di Kegel prendono il nome dal ginecologo dr. Arnold Kegel che li ideò negli anni 40. Si tratta di andare ad effettuare contrazioni muscolari volontarie controllate e ben precise per cercare di riprogrammare la  funzionalità perineale .

L’azione del perineo è fondamentale nella funzionalità del basso tratto urinario, della parete vaginale e rettale , partecipa al parto in maniera attiva e all’atto sessuale. Per questo la salute perineale è fondamentale per prevenire e combattere problematiche connesse alla pelvi  (dalla contenzione urinaria e fecale, al piacere sessuale).

Kegel intuì come questi problemi potessero essere risolti, o quantomeno limitati, attraverso la rieducazione funzionale di questi muscoli. Così strutturò un protocollo con alcuni semplici esercizi per ridare il giusto tono e coordinazione ai muscoli  del pavimento pelvico.

Incontinenza urinaria, incontinenza fecale, dispareunia (dolore all’atto sessuale) vulvodinia, vaginismo, scarso piacere sessuale,  prolasso genitale e/o vescicale , sono solo alcune delle problematiche che possono essere risolte con questo tipo di esercizio muscolare.

clicca sul nome per visualizzare il filmato

DR.SSA TERESA BERTELLI 

Chi può fare gli esercizi di Kegel? Sono l’unico modo per lavorare sul perineo?

Ogni donna di ogni età può approcciare a esercitare la sua muscolatura perineale, purché inquadrata prima da uno specialista. Non si può infatti pensare che basta contrarre la muscolatura perineale per rinforzarla o per ottenere un beneficio, l’esercizio se sbagliato può portare a un peggioramento del sintomo o alla comparsa di problematiche. Fare è bene ma con coscienza !

 Inoltre potrebbe essere necessario prima seguire un percorso di presa di coscienza della zona perineale. Esistono terapie non invasive e non dolorose che facilitano l’individuazione e l’attivazione di tali muscoli, come il Biofeedback e l’elettroterapia funzionale. 

Il miglior modo per prendersi cura del nostro perineo è quello di rivolgersi a uno specialista, dopo che la diagnosi medica ha individuato una problematica o in caso di prevenzione . La figura più indicata è personale medico-paramedico specializzato in Riabilitazione Pelvi-Perineale. Il Fisioterapista specializzato in Riabilitazione Pelvi-Perineale può valutare i tuoi muscoli perineali e indicare una strada terapeutica mirata e individuale per lo specifico caso. 

Un esercizio non può andare bene per tutti! Inoltre se quell’esercizio non viene capito e fatto male, rischia non solo di essere inefficace, ma di arrecare danno!

Particolare attenzione durante la gestazione: la donna in stato interessante dovrà essere affiancata oltre che dalla figura fondamentale dell’Ostetrica, anche dal Fisioterapista specializzato in Riabilitazione Pelvi-Perineale e  lavorare per garantire una preparazione al parto del suo perineo migliore e un recupero ottimale dopo il lieto evento. 

Le donne sportive, chi pratica corsa, circuiti ad alta intensità , sollevamento pesi, sport con molta attività di salto, sono soggette a maggiori sollecitazioni perineali. Da uno studio condotto nel 2014 (Clin Exp Obstet Gynecol. 2014) che ha coinvolto 105 giocatrici di pallavolo, e’ risultato che:

•Il 65,7% delle atlete ha riportato sintomi di incontinenza urinaria da sforzo o da urgenza, durante l’attività sportiva o nelle situazioni di vita quotidiana.

•Il 70,4% ha riportato nicturia(ripetuto bisogno di urinare durante il riposo notturno).

•Il 55,24% ha riportato riempimento incompleto della vescica.

•Il 36,19% esitazione urinaria.

•Il 52,38% dolore pelvico.

La riabilitazione del pavimento pelvico, interviene affinché  i disturbi che compaiono in giovane eta’ non si cronicizzino fino a diventare un disagio sociale, familiare e/o lavorativo permettendo di svolgere lo sport con adeguato controllo pelvi perineale.   

E’ possibile allenare il perineo per prevenire la comparsa di problematiche . L’esercizio perineale si può fare anche durante l’allenamento stesso! associare la contrazione perineale allo sforzo è perfetto per proteggere la zona perineale . Basta un incontro con il Fisioterapista Specializzato per capire come contrarre questi  muscoli, quando farlo e quanto. Poi sarà facile allenarsi!

info@perstarbene.it

 

Categoria: Centro Star Bene, Uroginecologia
Tags: , , , , , , , ,

  • Vuoi saperne di più?

    Contattaci senza impegno, i nostri operatori sono disponibili per qualunque informazione

    info@perstarbene.it Tel 0571 580347
  • Web Designer Alessio Piazzini Creazione Siti Web Firenze